Riguardo a noi | Campo di attività |  Squadra | Notizie Link Contatto

Deutsch  English  Français  Italiano  Español

Il tribunale distrettuale di Bülach riconosce un reclamo per licenziamento abusivo a causa di whistleblowing.

Nella sua decisione del 14 dicembre 2021, il tribunale distrettuale di Bülach ha accolto il reclamo di un dipendente delle assicurazioni licenziato per aver fatto una segnalazione e gli ha riconosciuto tre mesi di salario per licenziamento ingiusto. 

Il ricorrente ingiustamente licenziato è riuscito a dimostrare che c'era un nesso causale diretto tra la sua segnalazione in buona fede di SpeakUp sui canali interni designati dall'azienda e il licenziamento pronunciato immediatamente dopo la conclusione della procedura interna di whistleblowing dell'azienda. Il tribunale non ha creduto alle affermazioni della compagnia di assicurazione secondo cui il licenziamento era dovuto a un presunto "comportamento difficile" da parte dell'attore, per il quale la convenuta non è stato in grado di fornire alcuna prova. Piuttosto, basandosi sull'affermazione della convenuta di aver aspettato la conclusione dell'indagine interna, il tribunale ha concluso che c'era un collegamento diretto tra la denuncia di whistleblowing e il licenziamento, poiché la difensore ovviamente non avrebbe terminato il lavoro se la denuncia fosse stata valutata come accurata dall'unità di conformità interna e avesse portato all'adozione di misure.     

Il ricorrente e il attuale proprietario di iclaims.ch. La sentenza dimostra che anche nel cantone di Zurigo e in Svizzera in generale, i dipendenti sono protetti dal licenziamento se segnalano in buona fede delle irregolarità sui canali predisposti dal datore di lavoro. Il datore di lavoro deve tollerare tali rapporti nel quadro del suo dovere di cura e anche sulla base della libertà costituzionale di espressione e non ha il diritto di emettere un licenziamento immediatamente dopo la conclusione di un'indagine interna all'azienda. Se lo fa comunque, il nesso di causalità tra la denuncia e il licenziamento è dato se il dipendente riesce a dimostrare questo nesso. 

Tuttavia, il diritto del lavoro svizzero prevede un risarcimento massimo di sei mesi di salario per i licenziamenti abusivi - a parte il fatto che l'attore deve provare che il licenziamento è stato abusivo, il che è un ostacolo elevato in sé. Tuttavia, il danno molto maggiore causato ai dipendenti interessati e all'assicurazione contro la disoccupazione spesso non è compensato di gran lunga se non trovano un lavoro altrettanto ben pagato molto rapidamente, il che è praticamente impossibile, soprattutto nel caso di dipendenti anziani come nel caso in questione. Tuttavia, il Codice delle Obbligazioni svizzero lascia aperta la possibilità di chiedere un risarcimento supplementare sotto altri titoli giuridici. Questo dovrebbe essere il caso qui, dato che l'attore ha dimostrato di aver subito danni di diverse centinaia di migliaia di franchi a causa della violazione delle disposizioni del contratto di lavoro insieme all'assicurazione contro la disoccupazione. Da un lato, perché c'è stata una disoccupazione (parziale) per quasi due anni e mezzo e, dall'altro, perché i salari guadagnati erano più di un terzo più bassi di prima del licenziamento.

Leggi la sentenza: Link


Sicurezza dei veicoli: l'UE rafforza i requisiti

L'UE introduce un nuovo regolamento che impone norme di sicurezza più rigorose per le case automobilistiche al fine di ridurre considerevolmente il numero di morti e feriti sulle strade. Oggi gli ambasciatori degli Stati membri, riuniti in sede di Comitato dei rappresentanti permanenti del Consiglio, hanno approvato l'accordo provvisorio raggiunto tra la presidenza rumena e il Parlamento europeo su un progetto di regolamento concernente la sicurezza generale dei veicoli a motore e la protezione degli occupanti dei veicoli e degli altri utenti vulnerabili della strada.

Secondo Niculae Bădălău, ministro rumeno dell'economia, il nuovo regolamento contribuirà all'obiettivo di ridurre in maniera significativa il numero di vittime e feriti gravi sulle strade dell'UE attraverso misure per la protezione degli occupanti dei veicoli e degli altri utenti vulnerabili della strada. A partire dal 2022 i nuovi sistemi e tecnologie diventeranno obbligatori per vari tipi di veicoli nuovi. Inoltre, il nuovo regolamento offrirà alle case automobilistiche dell'UE l'opportunità di consolidare la loro leadership per quanto riguarda i sistemi innovativi di sicurezza dei veicoli.

leggi di più


Don't miss: beautiful Road Movie from Argentina - free of charge in YouTube. Something for the next weekend at home or in your holiday home:

film review with trailer: 
http://derarbeitsmarkt.ch/de/kritik/camino-la-paz  

link to YouTube:
https://www.youtube.com/watch?v=ASZ9I1kdvB4


 more is always possible 
 Beratung und Vertretung bei Unfall, Krankheit, Invalidität, Arbeitslosigkeit, SpeakUp, Whistleblowing 
Anrufen
Email